Aprile 29, 2020

MILLE: TRA ISTINTO E GONNE VINTAGE

Elisa Pucci: Eye-liner, frangetta, gonne a vita alta ed un fare da Garibaldina sin da piccola che le ispira il nome d’arte MILLE.

Di seguito l’intervista:

Ciao MILLE! Raccontaci come nasce il tuo progetto artistico che da Elisa Pucci ti porta ad indossare i panni di cantautrice.

Ciao! Una piccola cantante in erba decide autonomamente di partecipare allo Zecchino d’Oro senza il permesso dei genitori, fottendosene delle conseguenze (amarissime!) che il gesto avrebbe generato. Il desiderio era più forte della paura della punizione e questa faccia tosta me la sono portata dietro fino a oggi, scrivendo canzoni nel frattempo.

Animali è il tuo ultimo singolo, siamo animali in piena libertà a un palmo dalla felicità, cosa ti ha ispirato nella scrittura e nella composizione del brano? Parli di un amore che vive e resiste, nonostante le avversità, di un sentimento profondo che supera barriere.

Abbiamo a disposizione la possibilità di essere felici, se solo dessimo retta un po’ di più all’istinto e se lasciassimo un po’ più di spazio al coraggio di dirci la verità. E’ uno di quegli amori che resiste al tempo, la bellezza del primo giorno, anche se è trascorsa una vita, con tutto quello che ha lasciato andare e con tutto quello che ha portato con sé.

Da chi prende spunto MILLE per esprimersi e raccontarsi attraverso la musica? Quali erano e sono tutt’ora i tuoi ascolti preferiti che ti ispirano maggiormente nel processo creativo?

Prendo spunto da quello che mi dico con le persone che amo, dal modo in cui mi ascolto, e cerco di descriverlo a parole, come se mentre vivo ci fosse una colonna sonora che suona costantemente. E tutto quello che ascolto e che ho ascoltato nella vita mi accompagna nei pensieri. Si tratta di tonnellate di musica, mi sento molto affine a tutto quello che l’Inghilterra ci ha regalato, ma se devo parlare di muse, idoli, ho due nomi: Patty Pravo e Raffaella Carrà.

Hai progetti futuri? Album o EP in arrivo?

Sto al singolo d’esordio, tempo di far uscire tutte le canzoni che ho scritto e arriva il greatest hits.

Oltre alla musica coltivi altre passioni?

Mi rendo conto che le mie passioni sono interconnesse tra di loro. Adoro disegnare: la copertina di Animali fa parte di una serie di miei disegni dal nome “tette sulle spalle” e ho il desiderio di curare le grafiche di tutto ciò che riguarda Mille. Adoro il vintage e i mercatini, ed è una passione che metto al servizio del mio progetto, curando il look, l’ambito dell’immagine in generale. E c’è da dire che mettere dentro a Mille tutto ciò che amo è pazzesco.

Come stai trascorrendo queste giornate di quarantena forzata?

Con la calma necessaria per non farmi prendere dall’ansia da scadenze. Non guardo il calendario. Il tempo è scandito letteralmente dalla musica e dagli impegni con le persone alle quali sto raccontando chi sono e perché scrivo. Qualcosa di buono esce sempre, da qualsiasi situazione.

Lasciaci con la tua canzone preferita in questo periodo.

Maledetta primavera.

Parole Indie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *