11 Giugno, 2020

ALBERTO DE LUCA: FRA CANTAUTORATO E TRAP

Alberto De Luca è un cantautore di Sondrio cresciuto giocando a rugby e ascoltando i grandi cantautori italiani.

Premiato da Mogol come migliore autore del Tour Music Fest e finalista di Musicultura 2020, Alberto De Luca fonde nella sua musica la poesia della musica italiana cantautorale e sofisticate sonorità trap.

Il 24 Aprile 2020 è uscito il suo singolo De Andrè, prodotto da Alberto stesso per l’etichetta T-Recs Music, in collaborazione con Emiliano Duncan Barbieri (già autore di canzoni per vari interpreti, tra cui Giorgia) e Tony Pujia (produttore, compositore e musicista per vari artisti, tra i quali Samuele Bersani, Syria, Gianni Morandi e molti altri).

De André nasce dall’esigenza di riscatto di un cuore, che vuole tornare ad avere il suo posto e ad esercitare il suo primato con le emozioni. Vuole riprendersi il centro ed il fulcro della vita.

Il cuore mio non è oggetto di concorrenza
Nella mia testa c’è una priorità diversa
L’animo chiuso nel torace si sente in prigione
La mente spacca il cranio e vola come un aquilone

De André vuole anche essere un manifesto di un genere tutto suo fatto di parole di una vecchia scuola, e di sonorità contemporanee, il tutto accompagnato da un timbro caldo e incisivo.

L’aereo graffia questo cielo e il vento la mia pelle
dentro mi porto guerre, mi prendono a sberle
non fa di me un ribelle l’essere un ribelle
perché anche in pieno giorno splendono le stelle
il cuore è un drago e mangia tutto e non è mai digiuno
il suo ruggito nella notte troverà qualcuno
e brucerà ogni freddo presto ne sono sicuro
ma questo nessuno lo sa e infatti sono nessuno

Cristiana D’auria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *